le origini dello yoga (in breve!)

Sullo yoga si potrebbero scrivere libri e libri, quindi non basterà certamente un articolo di blog a raccontare come ha avuto origine questa splendida disciplina. Tuttavia, se hai deciso di avvicinarti a questa pratica, sono convinta che dovresti saperne qualcosa in più prima di cominciare. Non si tratta semplicemente di attività fisica ma di una filosofia, un modo di vivere e di esistere che merita rispetto e profonda umiltà. Per questo ho deciso di riassumere in poche righe quelle che sono le origini dello Yoga, perché non si pensi che sia una moda del momento o una delle tendenze da influencer: lo yoga è una pratica millenaria, antichissima e dalle origini profondamente intrise di spiritualità, e come tale va approcciata.

Quando e dove nasce lo yoga?

Oggi gli studiosi sono concordi che le primissime testimonianze dello yoga risalgono al 5000 A.C. In India furono infatti rinvenute raffigurazioni di alcune posizioni yoga su monete, tavolette e sigilli risalenti proprio a quel periodo. In letteratura, troviamo invece le prime tracce all’interno dei Veda, dei testi antichissimi che per molti secoli sono stati tramandati semplicemente per via orale: nei testi vedici troviamo proprio alcuni dei concetti che possiamo assimilare allo yoga, anche se ancora non si parla della disciplina in modo esplicito.

All’interno dei testi filosofico religiosi in sanscrito conosciuti come Upanishad, troviamo invece riferimenti diretti a Prana, energia vitale, Nadi e percorsi energetici, tutti temi centrali nello Hatha-Yoga. Questo è una particolare forma di yoga basata su esercizi psicofisici che aiutano a dominare l’energia cosmica presente in ogni uomo.

Arriviamo poi al VI secolo a.C. con il poema Mahabharata. Questo testo è stato uno dei più importanti per comprendere a fondo lo yoga e la sua intrinseca essenza. In settecento versi sono racchiuse tante pratiche, filosofie e idee yoga, comprese le tre più importanti vie ovvero: la via dell’azione (Karma Yoga), la via della devozione (Bhakti Yoga) e la via della conoscenza (Jnana Yoga).

Successivamente ritroviamo lo yoga all’interno dei Sutra. Si tratta di una forma di letteratura molto concisa, che in brevi frasi riesce a esprimere concetti e idee essenziali. Il fatto che fossero così schematici, brevi ed essenziali, era funzionale alla memorizzazione degli insegnamenti. Arriviamo poi al periodo medievale, quando lo yoga viene trattato principalmente all’interno dei Tantra, da cui hanno origine molte pratiche di Hatha Yoga.

gli stili di yoga

Nel corso dei secoli, lo yoga si è poi declinato in diversi stili. Ecco quali sono i tre più conosciuti e in che cosa si differenziano l’uno dall’altro.

  • Ashtahga. L’obiettivo di questo stile è arrivare alla consapevolezza di sé stessi attraverso 8 livelli di pratica: astinenza, adempimento, posture, controllo del respiro, controllo dei sensi, concentrazione, meditazione, contemplazione. Sono previste 6 diverse serie di posizioni, dalla più semplice alla più complessa. Il respiro deve essere sempre sincronizzato con i movimenti e questo favorisce una migliore circolazione del sangue e la funzionalità corporea.
  • Kundalini. L’obiettivo primario dello yoga kundalini è migliorare l’equilibrio psicofisico del corpo attraverso esercizi fisici ma anche meditazione. Le radici di questo stile risalgono ai testi vedici e la pratica viene organizzata in classi: ogni lezione si concentra su un determinato chakra, a seconda anche del periodo dell’anno.
  • Hatha. Probabilmente il più famoso, lo stile Hatha Yoga consente di migliorare incredibilmente l’elasticità del corpo e la flessibilità della colonna vertebrale. Si svolge attraverso la pratica della meditazione e delle diverse posizioni (asana). Proprio queste posizioni sono particolarmente impegnative, mirate a riportare il corpo alla sua forza naturale. Questa pratica è utilissima in caso di mal di schiena e dolori articolari di vario genere.

Questi sono solo alcuni cenni alle origini e agli stili dello Yoga.

Tramite Stampaprint.net ho stampato un opuscolo con alcuni approfondimenti su queste tematiche: lo riservo gratuitamente a chi comincia un percorso con me, ma se vuoi riceverlo devi solo scrivermi e te lo invierò (dovrai solo pagare le spese di spedizione). Ci tengo molto a diffondere la filosofia yoga e credo che chiunque pratichi questa disciplina debba conoscerne le origini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.